Libretti di deposito a risparmio


Il libretto di deposito è un contratto con il quale il cliente cede alla banca le somme che ha depositato.

In cambio, la banca si obbliga a restituirle a richiesta del cliente (deposito libero) oppure alla scadenza del termine pattuito (deposito vincolato).

La movimentazione delle somme depositate avviene con la presentazione del libretto di risparmio (nominativo o al portatore), sul quale vengono annotati i versamenti ed i prelevamenti effettuati. Le annotazioni sul libretto, firmate dall’impiegato della banca che appare addetto al servizio, fanno piena prova nei rapporti tra banca e cliente.

Se il libretto è al portatore, il relativo saldo non può essere superiore a 1.000,00 euro.

La banca corrisponde annualmente interessi sulle somme depositate dal cliente, al netto delle imposte vigenti.

A richiesta del cliente, il libretto può essere vincolato a determinate condizioni.

Il libretto di deposito a risparmio è un prodotto sicuro. Il  rischio principale è  il rischio di controparte, cioè  l’eventualità che la banca non sia in grado di rimborsare al cliente, in tutto o in parte, il saldo disponibile. Per questa ragione la banca aderisce al “Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo”, che assicura a ciascun titolare di un deposito nominativo una copertura fino a 100.000 euro. Per saperne di più clicca qui.

Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto del libretto. Se il libretto è al portatore, chiunque può prelevare il relativo saldo: il cliente deve osservare la massima attenzione nella custodia del libretto.

Per sottoscrivere il nostro prodotto vieni a trovarci presso una delle filiali presenti sul territorio.

L'avviso delle principali norme sulla trasparenza ed i fogli infomativi sono messi a disposizione e accessibili per il cliente presso tutte le nostre filiali. Possono essere inoltre visionati e scaricati cliccando sulla pagina relativa alla Trasparenza.